Carenza di magnesio, cosa succede? Spiegazioni e guida

Il magnesio è un minerale essenziale per l’organismo umano. Esso svolge un ruolo di fondamentale importanza in molte attività del corpo umano, per esempio nella sintesi proteica e nelle attività cellulari. Il giusto apporto di magnesio apporta numerosi benefici e consente di mantenere un equilibrio e un benessere fisico e psicologico ottimale. Quando si scopre una carenza di magnesio è, quindi, importante contrastarla reintegrando il necessario. In questa guida si spiegano gli effetti derivanti dalla carenza di magnesio e i sintomi relativi.

Magnesio: cos’è?

Il magnesio è un sale minerale che si trova in natura in vegetale e nell’acqua marina.

Come già anticipato il magnesio svolge molte funzioni all’interno dell’organismo, in particolare:

  • regolazione del ph nel sangue
  • regolazione del ritmo cardiaco e della glicemia
  • partecipa alla sintesi di molti enzimi, proteine,
  • necessario per assimilare calcio, fosforo e potassio

Normalmente, il magnesio viene introdotto nel corpo umano mediante una dieta sana ed equilibrata, tuttavia non è raro che vengano riscontrate carenze alimentari e di magnesio.

I benefici più importanti del magnesio riguardano:

  • rafforzamento del sistema osseo e dentale
  • rilassamento del sistema muscolare
  • riduzione dello stress
  • miglioramento del benessere fisico in generale, ma anche psicologico
  • rafforzamento della memoria e del benessere cognitivo
  • riduzione dei sintomi della sindrome premestruale e della menopausa
  • diminuzione della stanchezza e dell’affaticamento
  • equilibrio del sistema nervoso

Cause carenza di magnesio

Le cause che stanno alla base di una carenza di magnesio possono essere molte e varie, alcune più pericolose altre risolvibili con qualche cambiamento nello stile di vita.

Alla base delle carenze di magnesio lievi possiamo trovare un regime alimentare poco sano, non equilibrato e poco vario. In questi casi il medico potrà prescrivere una dieta specifica e basterà apportare qualche modifica alla propria dieta per ritornare in salute.

Vi sono poi molte altre cause della carenza di magnesio, in occidente la causa più frequente è l’alcolismo cronico.

In particolare, tra le cause di carenza da magnesio troviamo:

  • cattiva dieta alimentare
  • alcolismo cronico
  • digiuno
  • sindrome di Kwashiorkor
  • disturbi intestinali, per esempio da mal assorbimento
  • colite
  • ulcera
  • pancreatite
  • celiachia
  • diarrea
  • vomito
  • intensa attività sportiva, non seguita dal reintegro dei sali
  • utilizzo di lassativi e diuretici
  • malattie renali e tiroidee
  • stress

Sintomi carenza di magnesio

I sintomi derivanti dalla carenza di magnesio sono piuttosto generici, in particolare i più frequenti sono:

  • iperreflessia osteo-tendinea
  • tremori
  • parestesie
  • stanchezza cronica
  • ansia e depressione
  • problemi ormonali
  • disturbi del sonno
  • crampi muscolari
  • aritmie
  • ipertensione
  • confusione mentale

Diagnosi carenza di magnesio

Riscontrare carenze da magnesio non è molto frequente, ma non raro. Infatti, nelle forme di carenze lievi non è facile individuare la carenza stessa.

Per diagnosticare la carenza di magnesio si può procedere con un dosaggio specifico di magnesio nel sangue, attraverso cui il medico andrà a ricercare tracce di ipomagnesemia. Nel caso in cui il medico verificherà tracce di carenza di magnesio nelle urine e negli eritrociti si avvierà verso la diagnosi.

Altro esame può essere quello via intramuscolare, mediante il quale viene introdotto una quantità di magnesio che in casi normali dovrebbe essere espulso con le urine, in caso contrario, ossia se il magnesio viene ritenuto, vi sarà probabilmente un carenza di magnesio.

Come combattere la carenza di magnesio

Solitamente, il trattamento per combattere la carenza di magnesio consiste nell’introduzione di integratori alimentari o una dieta apposita.

Gli integratori consigliati sono quasi sempre a base di più sali in contemporanea,  tra cui i principali tipi di magnesio:

  • carbonato
  •  aspartato
  • citrato
  • ossido di magnesio
  • solfato

Per quanto riguarda gli integratori al magnesio, oggi in commercio ci sono moltissime tipologie, varietà e marchi. Il consiglio è quello di controllare sempre il marchio al quale ci si rivolge, al fine di comprare prodotti di qualità e ricchi di proprietà benefiche.

Tra gli integratori al magnesio più utilizzati troviamo: capsule, pastiglie, magnesio in polvere solubile o effervescente, creme, lozioni, bevande a vari gusti al magnesio, smoothies alla frutta e al magnesio.

Cibi ricchi di magnesio

In alcuni casi, ossia quelli in cui la carenza di magnesio è lieve e risolvibile in poco tempo, il medico può consigliare di reintrodurre il magnesio mediante una dieta sana, corretta ed equilibrata a base di cibi ricchi di magnesio.

In particolare, la dieta ricca di magnesio dovrà contenere cibi specifici, come:

  • cereali integrali
  • piselli
  • fagioli
  • datteri
  • bietole
  • cacao amaro
  • germogli di soia
  • aneto
  • fichi
  • mandorle e noci
  • semi di zucca
  • spinaci

Assunzione corretta magnesio e eccesso da magnesio

Come si può comprendere, il magnesio è essenziale per il nostro corpo e di conseguenza, in caso di carenze è fondamentale reintegrarlo.

Tuttavia,è bene ricordare che il magnesio è da assumere secondo le dosi e la posologia corretta e un sovradosaggio può portare gravi effetti collaterali. Il sistema sanitario europeo ha stabilito che la dose massima giornaliera di magnesio per un uomo/donna adulti è pari a 300 mg. Le dosi di magnesio sono ridotte per bambini e ragazzi, che vanno da 75 mg a massimo 200 mg in base all’età.

Un eccesso di magnesio, ossia l’ipermagnesemia, è altrettanto grave di una carenza da magnesio. I sintomi da eccesso di magnesio sono simili a quelli da carenza, ovvero:

  • nausea
  • vomito
  • crampi
  • diarrea
  • debolezza muscolare
  • difficoltà respiratorie
  • astenia
  • pressione bassa
  • aritmie cardiache
  • nei casi più gravi l’arresto cardiaco

Quando non assumere magnesio, controindicazioni, effetti collaterali

L’assunzione del magnesio è assolutamente vietata a persone che presentano patologie renali. In questi casi, infatti, aumenta il rischio di ipermagnesemia.

In alcuni casi, l’assunzione di magnesio è possibile solo ed esclusivamente dopo aver richiesto un parere al proprio medico di base.

In particolare, è da richiedere un parere medico in caso di alcune malattie specifiche come malattie cardiache, tiroidee, anemie emolitiche, diabete. In questi casi, il medico valuterà caso per caso la condizione clinica del paziente e consiglierà o meno l’assunzione del magnesio.

Inoltre, è consigliabile richiedere un parere a un esperto anche in caso si assumano medicinali quotidianamente, infatti il magnesio potrebbe interferire con la giusta assimilazione di altre medicine.

Copywriter e studentessa di Belle Arti presso l’Accademia di Brera, vi guiderò nella scelta dei migliori prodotti al magnesio in circolazione! Amo la psicologia e di certo il benessere psicologico non è tale se privo di quello fisico. Amarsi e amare vanno di pari passo, questo è ciò che mi spinge ad aiutare gli altri nel mio lavoro!

Back to top
Apri Menu
Scelta Magnesio