Integratori di magnesio migliori del 2020

Nella scelta del magnesio è molto importante considerare diversi fattori. Il magnesio è un elemento chimico fondamentale per il corpo umano, davvero essenziale per tutte le cellule e per tutti i tessuti. Per tale ragione bisogna sempre essere certi di avere, nel proprio organismo, una quantità adeguata di magnesio. Ci sono comunque moltissimi casi in cui un medico può consigliare di assumere il magnesio anche sotto forma di integratori, non solo mangiando gli alimenti che lo contengono. Questo per far sì che si possa stare bene senza dover affrontare i problemi che derivano da una carenza di questo minerale.

Esistono varie tipologie di integratori, che possono contenere come ingrediente principale il magnesio unito ad altri elementi importanti per la salute. Tutto dipende dallo scopo che il magnesio ha. Per esempio ci sono prodotti maggiormente adatti per gli sportivi, altri perché hanno un effetto lassativo, altri ancora aiutano dal punto di vista dell’umore. Esistono integratori idonei anche per la gravidanza, qualora fosse necessario. In questa sede vi spieghiamo quali sono i cibi che contengono magnesio, quali sono gli integratori sul mercato e quali sono le differenze tra loro, e tutto ciò che c’è da sapere al riguardo. Inoltre vi diciamo anche dove è possibile acquistare tali prodotti in maniera del tutto sicura e affidabile.

L’importanza del magnesio per il corpo umano

Per il corpo umano la presenza di magnesio in quantità adeguate è davvero indispensabile. Per quale motivo? Tale minerale è alla base di diverse funzioni fisiologiche legate al cuore, alle ossa, al cervello e ai muscoli. Nell’organismo di una persona adulta, la quantità di magnesio deve essere compresa tra 20 e 28 grammi di cui l’1% è nei fluidi extracellulari, il 39% nei tessuti molli e nei muscoli, mentre il 60% si trova nelle ossa.

Cosa succede quindi? Che ogni giorno bisogna assumere una quantità tale di magnesio che consenta di mantenere tali livelli nella norma. Dunque l’apporto quotidiano consigliato è di 420 mg per gli uomini e 320 mg per le donne. Il fabbisogno aumenta nel caso di donne in gravidanza e dei bambini.

Parliamo nel dettaglio delle proprietà del magnesio che sono tante e diverse tra loro per capire quanto possa essere utile e talvolta necessario assumere integratori che lo contengono.

Le proprietà del magnesio

Il magnesio è fondamentale perché ha diverse proprietà che fanno davvero bene all’organismo sotto moltissimi punti di vista. Di seguito vi elenchiamo tutte queste proprietà che ci faranno capire perché non bisognerebbe mai arrivare a una situazione di carenza di magnesio.

  • effetto distensivo sui muscoli del corpo: questa proprietà rende il magnesio davvero utile quando si fa sport, anche per far fronte a spasmi e crampi muscolari;
  • agisce sul sistema nervoso grazie al suo effetto calmante: se c’è carenza di magnesio, le cellule nervose non riescono a svolgere le loro funzioni in maniera adeguata, perché diventano ipereccitabili; ne consegue il fatto che il magnesio è molto importante per la trasmissione di messaggi a carico di queste cellule; riduce la secrezione dell’adrenalina;
  • ha un effetto energizzante sull’organismo: fa essere più energici fisicamente e mentalmente;
  • aiuta a fissare il calcio nei denti e nelle ossa: è molto importante nella prevenzione della formazione delle carie ma anche nella prevenzione dell’osteoporosi;
  • aiuta a sintetizzare il fosforo e il potassio.

Ci sono anche altre proprietà importanti del magnesio, sicuramente da non sottovalutare. Infatti questo elemento contribuisce al benessere del cuore, interviene nel metabolismo di proteine, grassi e zuccheri, ha un ruolo nella digestione, ha un effetto lassativo lieve, ha un ruolo nella coagulazione del sangue. Infine il magnesio regola il ph e aiuta anche ad assimilare le vitamine che si assumono attraverso l’alimentazione.

Dunque, viste le sue innumerevoli proprietà, sono moltissimi i casi in cui la scelta del magnesio da assumere tramite integratori può essere fondamentale per stare bene.

Perché il magnesio è utile

Abbiamo visto le proprietà del magnesio e proprio grazie a ciò che vi abbiamo detto è possibile dedurre i casi in cui può rivelarsi davvero utile assumere degli integratori specifici. Si parla di situazioni quotidiane, di piccoli disturbi che possono generare fastidi dal punto di vista fisico ma anche (e spesso soprattutto) mentale.

Nel caso dei processi mentali, il magnesio, intervenendo sul sistema nervoso come vi abbiamo spiegato, può essere molto utile nel contrastare problemi relativi alla depressione, all’ansia. Per tale ragione si assume anche nel periodo pre-mestruale, per molte donne particolarmente teso dal punto di vista dell’umore. Inoltre il magnesio è generalmente raccomandato alle donne in menopausa. Buoni livelli di magnesio nell’organismo hanno un ruolo anche sulla fertilità delle donne.

Scopriamo di seguito quali sono i cibi ricchi di magnesio che non dovrebbero mai mancare nella propria dieta.

Gli alimenti da assumere

La dieta è davvero molto importante per cercare di mantenere dei livelli di magnesio sufficienti. Per questo motivo vi vogliamo fornire una lista di alimenti che non devono mancare sulla tavola per cercare di raggiungere la quantità giornaliera consigliata per stare bene. Ecco quali sono questi cibi:

  • frutta secca e semi: noci, mandorle, semi di girasole, semi di zucca, semi di sesamo
  • legumi: soia, fagioli, semi, lenticchie
  • cereali integrali
  • frutta: avocado, banane
  • verdure a foglia verde
  • alga agar agar
  • cacao

Come si può vedere si tratta anche di alimenti gustosi da poter mettere in tavola ma anche da utilizzare per fare uno spuntino a metà mattina o a metà pomeriggio. Attenzione però agli alimenti che limitano l’assorbimento del magnesio, come quelli ricchi di zuccheri o di sale, e in tal senso anche il consumo di alcolici è da limitare. Inoltre, al fine di garantire che il magnesio sia assunto tramite il cibo, meglio consumare alimenti crudi piuttosto che cotti.

Carenza di magnesio: le cause

Considerando tutto quello che abbiamo detto, soddisfare il fabbisogno quotidiano di magnesio dovrebbe essere praticamente obbligatorio. Eppure capita in molte circostanze che ci sia carenza di magnesio. Quali sono le cause di questa carenza? Oltre a un’alimentazione “sbagliata”, la carenza può dipendere anche da problemi relativi all’assimilazione del magnesio. Di seguito vi elenchiamo alcune situazioni che possono portare a tale condizione di certo non ottimale:

  • problemi alla tiroide
  • colite
  • ulcera
  • intestino in disbiosi
  • pancreatite
  • celiachia
  • stress molto forte
  • menopausa
  • gravidanza
  • sforzi fisici
  • uso di particolari farmaci

Di seguito vi parliamo delle conseguenze di questa situazione sull’organismo.

Carenza di magnesio: le conseguenze

Le conseguenze determinate da una carenza di magnesio possono essere davvero tante con effetti sia sul corpo che sulla mente, come vi abbiamo anticipato sopra.

Il magnesio è fondamentale per il corretto funzionamento del sistema nervoso e per questo ci sono circostanze in cui viene prescritto, per il suo ruolo distensivo e perché consente alle cellule nervose di operare nella maniera corretta. Le conseguenze della carenza di questo minerale possono essere perciò, sotto questo punto di vista, molteplici:

  • stato di confusione
  • attacchi di panico
  • ansia
  • depressione
  • irritabilità
  • accentuazione della sindrome premestruale
A cavallo tra stato mentale e situazione fisica troviamo problemi come aritmie cardiache, sindrome delle gambe senza riposo, con movimenti continui degli arti.

Altri sintomi sono fisici, come nel caso degli spasmi e dei crampi muscolari anche quando si è a riposo.

Ovviamente non sempre questi sintomi sono dovuti esclusivamente alla carenza di magnesio. Possono esserci altre condizioni alla base. Il medico curante potrà dunque fare dei tentativi aumentando l’assunzione giornaliera di magnesio per verificare si si presentano dei miglioramenti in tal senso.

Il magnesio in gravidanza

Durante la gravidanza, il giusto apporto di magnesio è davvero molto importante per l’organismo della donna. Ovviamente l’utilizzo di integratori non è sempre fondamentale, se dall’alimentazione si assimila nella maniera adeguata. Bisogna perciò affidarsi alle indicazioni del medico curante, che può essere il medico di base, un ginecologo o chiunque si occupi della gravidanza e della salute della donna dal punto di vista medico.

Nel corso dei 9 mesi di gravidanza, la gestante rischia di incorrere in una carenza di magnesio per far fronte al fabbisogno del bambino. Siccome il magnesio è importante per la muscolatura, la sua carenza in gravidanza in alcuni casi può essere anche pericolosa. Questo perché si può arrivare ad avere contrazioni uterine. Spesso i medici prescrivono integratori di magnesio in gravidanza perché la donna presenta delle contrazioni e dunque a scopo preventivo, così da rilassare i muscoli.

Ma perché le donne in gravidanza possono incorrere in questa situazione di carenza di tale minerale così utile? Come vi abbiamo detto questo può dipendere dall’alimentazione, oppure da nausea e vomito. Anche la sudorazione elevata può portare a una carenza di magnesio, soprattutto se abbinata alle altre circostanze.

Dunque, per una donna incinta, sono diversi i benefici riscontrabili da un corretto apporto di magnesio, che agisce sotto vari punti di vista:

  • riduce la sensazione di irritabilità e di stanchezza e debolezza, migliora il sonno;
  • riduce le possibilità di parto prematuro;
  • assicura una crescita adeguata del feto, riducendo il rischio di un bambino sottopeso al momento della nascita;
  • riduce i rischi di ipertensione, gestosi, preeclampsia;
  • regola le contrazioni riducendo i rischi che si presentino prima del dovuto;
  • previene i fastidiosi crampi muscolari;
  • riduce la sensazione di nausea e il vomito.

Gli integratori

Ci sono circostanze in cui il medico può decidere di prescrivere l’assunzione di integratori di magnesio ai suoi pazienti. Stiamo parlando per esempio di persone che praticano alcuni sport o anche di circostanze relative al clima. In estate si suda di più e la necessità di assumere magnesio aumenta. Come vi abbiamo accennato, anche in circostanze quali la gravidanza, il periodo pre-mestruale e la menopausa può rivelarsi utile, se non quasi necessario, integrare l’apporto del magnesio. Ci sono diversi sali di magnesio da poter utilizzare e ve li elenchiamo di seguito:

    1. cloruro di magnesio
    2. magnesio pidolato
    3. magnesio supremo
    4. magnesio ossido
    5. magnesio orotato
    6. magnesio citrato
    7. magnesio lattato
    8. magnesio cloruro
    9. magnesio solfato
    10. magnesio piruvato
    11. magnesio glutinato

Integratore cloruro magnesio

Integratore magnesio pidolato

Integratore magnesio supremo

Integratore magnesio ossido

Integratore magnesio orotato

Integratore magnesio citrato

Integratore magnesio lattato

Integratore magnesio solfato

Integratore cloruro magnesio

Integratore magnesio glutinato

Tali sali si possono assumere proprio attraverso gli integratori. Di seguito vi spieghiamo come e perché scegliere una tipologia di integratori piuttosto che un’altra e quali sono gli effetti su tutto l’organismo.

I sali di magnesio: cosa sono?

Come abbiamo visto ci sono diversi sali di magnesio, che è la forma in cui questo minerale si trova in natura. Per capire la qualità di un sale di magnesio, dobbiamo vedere qual è la quantità di magnesio elementare che contiene. Vi indichiamo dunque le quantità in grammi di magnesio per ogni grammo di composto:

Sale di magnesio Grammi di magnesio per un grammo di composto
m. gluconato 0,058 g
m. orotato 0,077
m. pidolato 0,087
m. solfato 0,100
m. piruvato 0,100
m. lattato 0,120
m. cloruro 0,120
m. citrato 0,160
m. ossido 0,600

Detto ciò, come fare a capire qual è la tipologia di magnesio da assumere? Tutto dipende dal grado di assorbibilità di questi sali da parte dell’organismo umano.

Il magnesio citrato si assorbe bene ed è quello più indicato per risolvere problemi legati alle vie urinarie, in quanto aiuta a aumentare il ph delle urine. Per quanto riguarda il magnesio pisolato sembra avere dei benefici nel trattamento relativo alla sindrome pre-mestruale grazie agli effetti sedativi dal punto di vista neurologico. Il magnesio cloruro è altamente solubile in acqua e per questo viene assimilato bene dall’organismo. Passando al magnesio ossido, pur essendo quello che presenta una maggiore quantità di magnesio al suo interno, è in realtà tra quelli che vengono assimilati in maniera peggiore e dunque spesso viene evitato. Il magnesio solfato viene spesso utilizzato in ambito ospedaliero endovena o intramuscolo, ma può anche avere un effetto lassativo.

Insomma, ogni tipologia di sale di magnesio può avere un’applicazione specifica e sarà il medico a decidere quale sia l’integratore più idoneo per la condizione specifica del paziente.

Scelta magnesio: quali integratori preferire?

In farmacia e in generale sul mercato, troviamo varie tipologie di integratori che contengono magnesio unito a altri elementi quali minerali e sali che aiutano al suo assorbimento da parte dell’organismo umano. Sono due le principali categorie in cui possiamo distinguere gli integratori contenenti il magnesio e che vi spieghiamo dettagliatamente di seguito:

  1. Cloruro di magnesio: l’organismo riesce ad assimilare molto bene questi integratori e dunque sono quelli scelti per chi soffre di diabete e problemi di tipo intestinale, ma anche per chi è reduce da un’operazione chirurgica. Può essere anche un antinfiammatorio cutaneo.
  2. Magnesio citrato: oltre al magnesio, è presente acido citrico. Si tratta di prodotti utilizzati soprattutto in ambito sportivo, prevenendo dolori muscolari e la formazione dell’acido lattico che li causa.
  3. Solfato di magnesio: è molto utile per depurare l’intestino e il fegato.

Per far sì che il magnesio sia assimilato in maniera ottimale dal corpo, sarebbe opportuno abbinare la sua assunzione a quella di vitamina B6.

Come si presentano gli integratori di magnesio

Gli integratori di magnesio si presentano in diverse formule. Si trovano integratori in polvere, da sciogliere in acqua o altre bevande, poi si trovano gli integratori in compresse. Non manca il formato di bustine da sciogliere monodose, molto comode anche da portarsi dietro in ufficio o in qualsiasi altro luogo. La scelta è del tutto personale, in base alla formula che si preferisce.

La differenza tra le bevande energizzanti e gli integratori in polvere è la presenza di altri ingredienti, edulcoranti e aromi. In genere gli integratori in bustine e in polvere sono disponibili nel loro formato più puro e perciò dovrebbero essere da preferire rispetto agli altri.

Il magnesio è poi disponibile anche nei multivitaminici, in quantità sicuramente ridotte. Si tratta comunque di un modo efficace per integrare nell’organismo questa e altre sostanze di cui si può essere carenti in periodi particolari della propria vita.

multivitaminici con magnesio

Dove si comprano gli integratori e quanto costano

I canali di vendita degli integratori di magnesio sono diversi tra loro ed è quindi possibile acquistare questi prodotti in diversi luoghi. Spesso si trovano alcune tipologie di integratori di magnesio al supermercato, in uno scaffale dedicato a prodotti di questo tipo. In farmacia si può accedere a una vasta gamma di integratori contenenti magnesio sia singolarmente che insieme ad altri elementi fondamentali. Inoltre è possibile acquistare gli integratori anche online, ma solamente su siti assolutamente affidabili che vendono prodotti di buona qualità. In questo modo sarà possibile forse risparmiare un pochino nel lungo periodo.

Ma quanto costano gli integratori di magnesio? Si tratta sicuramente di un fattore fondamentale nella scelta di un prodotto piuttosto che un altro. I costi possono variare molto. Si va dai 15 ai 30 euro circa ma si possono trovare offerte interessanti. Bisogna controllare il prezzo in base ai grammi di prodotto offerto, sia che si effettui un acquisto online che in negozio. Questo vale sia per le compresse che per il magnesio solubile, dunque in polvere.

In generale questo prodotto si conserva per lungo tempo purché lo si faccia seguendo le indicazioni presenti sulla confezione.

Conclusioni

Per concludere possiamo dire che il magnesio è davvero molto importante e che ci sono vari casi in cui può essere addirittura indispensabile integrare tale minerale nella dieta, per stare meglio. Ciò vale sia dal punto di vista mentale che fisico. Tuttavia non bisogna esagerare perché un eccesso di magnesio non sta a indicare che si starà molto meglio. Ovviamente bisogna basarsi sempre sul consiglio medico o di personale specializzato, come quello della farmacia, per scegliere il prodotto migliore combinato a altri elementi importanti.

Sissi De Rosa

Classe 1987, la scrittura online è la mia passione e il mio lavoro. Sono una web editor: le parole sono importanti, hanno un peso e vanno usate con creatività e giudizio. Sono appassionata di argomenti che riguardano la salute sotto ogni punto di vista, per dare tutte le risposte a ciò che le persone vogliono sapere.

Back to top
Apri Menu
Scelta Magnesio