Il ruolo del magnesio nella lotta ai tumori: le parole degli esperti

Uno degli integratori più utilizzati è sicuramente il magnesio. Esso svolge molti ruoli essenziali nell’organismo e necessita di essere reintegrato in caso di carenze. I benefici derivanti dall’uso di magnesio sono molti e molti esperti parlano anche dei suoi benefici nella lotta ai tumori. Questo articolo vuole fungere da guida per scoprire cos’è il magnesio, quali sono i suoi benefici, come si assume, qual è il suo ruolo contro i tumori e cosa ne pensano gli esperti a riguardo.

Magnesio: cos’è?

Il magnesio è un sale minerale tra i maggiori presenti nell’organismo umano. Il magnesio riveste un ruolo fondamentale nel normale funzionamento delle funzioni vitali.

In natura, il magnesio si assume nell’organismo mediante una dieta sana ed equilibrata, per esempio in alimenti come frutta e legumi. Tuttavia, non è raro riscontrare carenze alimentari e di magnesio che vanno integrate mediante appositi prodotti.

Infatti, la carenza di magnesio provoca numerosi disturbi e la giusta quantità di magnesio nell’organismo apporta numerosi benefici.

Benefici del magnesio

Come anticipato, il magnesio svolge numerose funzioni all’interno del corpo umano.

Tra i maggiori benefici, il magnesio contribuisce a:

  • sostenere e rinforzare il sistema muscolare 
  • supportare il sistema osseo e dentario 
  • mantenere gli equilibri psicologici, aiutando a ridurre lo stress
  • supportare il benessere fisico e psicologico, aumentando anche il grado di concentrazione e lo stato cognitivo
  • combattere la stanchezza e la spossatezza
  • aiutare la sintesi proteica 
  • supportare le funzioni cellulari 
  • ridurre i sintomi relativi alla sindrome premestruale e quelli relativi alla menopausa

Modalità di assunzione

Il magnesio può essere un vero alleato, tuttavia è necessario assumerlo in quantità corrette, poiché un eccesso di magnesio provoca controindicazioni.

La giusta quantità è stabilita dal sistema sanitario europeo che riferisce che le dosi corrette sono di massimo 300 mg per gli adulti.

Il magnesio può essere assunto anche da ragazzi e bambini, tuttavia per questi è necessario ridurre le dosi e consultare sempre il parere del medico.

L’integrazione di magnesio si può effettuare mediante una dieta equilibrata o attraverso integratori specifici. Tra gli integratori si trovano: bustine solubili, polvere effervescente, caramelle, ma anche creme, lozioni, detergenti.

 

Magnesio nella lotta ai tumori: opinioni degli esperti

Una delle opinioni più famose sull’uso di magnesio nella lotta al cancro è quella del professor Delbet. Questo condusse numerosi esperimenti sugli animali di laboratorio e dimostrò che era possibile osservare un diminuzione di incidenza di tumori attraverso l’assunzione giornaliera di cloruro di magnesio. Il medico sosteneva che l’aumento dei tumori nella nostra società fosse dovuto ai cambiamenti alimentari, in particolare alla produzione alimentare che apportava una carenza di magnesio negli alimenti stessi.

Le ipotesi furono confermati da alcuni studi che rilevarono un aumento dei casi tumorali in rapporto inverso alla diminuzione dei livelli di magnesio presenti nei terreni agricoli.

Un altro studio, condotto da un’università cinese, la Sun Yat-sen University di Guangzhou, ha studiato l’importanza del magnesio nella lotta contro il cancro al seno. Nello specifico, i ricercatori dell’università hanno analizzato i livelli infiammatori di pazienti con tumore al seno e pazienti sani. Il risultato mostrava come i livelli di infiammazione più alti fossero paralleli a una diminuzione del magnesio nel sangue, viceversa livelli di infiammazione più bassi in caso non vi fossero carenze da magnesio.

In particolare, lo studio ha consigliato l’assunzione di una dieta ricca di magnesio anticancro, attraverso l’assunzione di cibi come cavolfiori, frutta secca, cereali, legumi, verdure a foglia verde, mandorle, anacardi, miglio, arachidi.

Un’altra ricerca, condotta da un’università indiana, ha avuto come tea centrale la correlazione tra carenze da magnesio e tumore al pancreas. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica British Journal of Cancer. Dallo studio è emerso che l’aumento del rischio di sviluppare cancro al pancreas, circa il 24% in più, corrispondeva a una cattiva alimentazione e una mancata assunzione giornaliera di almeno 100 mg del minerale.

In questo modo la ricerca ha voluto dimostrare come l’assunzione corretta di magnesio serva a combattere e prevenire l’insorgere di questo tumore dall’alta mortalità.

Controindicazioni da eccesso di magnesio

Si è già accennato come un eccesso di magnesio possa risultare dannoso. L’assunzione equilibrata di questo minerale apporta grandi benefici all’organismo, ma al contrario un suo eccesso può provocare danni.

Quando si superano le dosi di magnesio raccomandate, si può incorrere in quella che viene chiamata ipermagnesemia.

Questa condizione può provocare numerosi disturbi ed effetti collaterali come:

  • debolezza muscolare
  • ipotensione
  • diarrea
  • crampi
  • vomito
  • nausea
  • difficoltà respiratorie
  • in casi gravi arresto cardiaco

Inoltre, in caso si abbiano patologie, come malattie cardiache, diabete, malattie tiroidee, è necessario consultare il medico preventivamente all’assunzione del magnesio. In questo modo il vostro medico curante saprà consigliarvi o meno l’assunzione ed eventualmente le dosi raccomandate in base al caso specifico.

Oltre lo stretto controllo delle assunzioni mediante parere medico in relazione a patologie come quelle sopraelencate, l‘assunzione del magnesio è vietata a chi soffre di patologie renali.

Infatti, in caso di malattie renali, l’ipermagnesemia è molto frequente.

Copywriter e studentessa di Belle Arti presso l’Accademia di Brera, vi guiderò nella scelta dei migliori prodotti al magnesio in circolazione! Amo la psicologia e di certo il benessere psicologico non è tale se privo di quello fisico. Amarsi e amare vanno di pari passo, questo è ciò che mi spinge ad aiutare gli altri nel mio lavoro!

Back to top
Apri Menu
Scelta Magnesio